Commercialisti
Consulenza aziendale
Contabilità
Consulenti del lavoro

Paghe ONLINE

19.02.2021 L’indice di rivalutazione del TFR di gennaio 2021  

L’ISTAT ha comunicato che l’indice dei prezzi al consumo per il mese di gennaio 2021 è pari al 102,9 punti.

 

Il coefficiente di rivalutazione del TFR valido per le cessazioni dei rapporti di lavoro intervenute nel periodo dal 15/01/2021 al 14/02/2021 è pari al 0,564883.

 

Siamo a disposizione per ulteriori informazioni.


25.01.2021 Contributo Naspi - Ticket licenziamento 2021  

In caso di licenziamento del lavoratore il datore di lavoro deve pagare il contributo Naspi (ticket licenziamento).

 

Il ticket va corrisposto in caso di licenziamento di un lavoratore con un rapporto di lavoro subordinato a tempo indeterminato, compreso il rapporto intermittente, il tempo parziale ed i rapporti trasformati da tempo determinato a tempo indeterminato. L'importo va calcolato tenendo conto delle frazioni di anno di anzianità dei lavoratori, nel limite massimo degli ultimi 36 mesi.

 

Per l’anno 2021 il contributo dovuto dai datori di lavoro è pari a Euro 503,30 per ogni anno di lavoro effettuato. L’importo massimo del contributo è pari a Euro 1.509,90 per rapporti di lavoro della durata pari o superiore a 36 mesi.

 

Siamo a disposizione per ulteriori informazioni.

 


20.01.2021 Comunicazione periodica utilizzo lavoratori somministrati per l’anno 2020  

Entro il 01/02/2021 le aziende che abbiano concluso, nel corso dell’anno 2020, contratti con le agenzie di somministrazione sono tenute a comunicare alla rappresentanza sindacale unitaria, ovvero alle rappresentanze aziendali e, in mancanza, alle associazioni territoriali di categoria aderenti alle confederazioni dei lavoratori comparativamente più rappresentative sul piano nazionale, il numero e i motivi dei contratti di somministrazione conclusi.

 

La comunicazione suddetta, che può essere inoltrata direttamente dall’azienda o per il tramite dell’associazione dei datori di lavoro alla quale aderisca, dovrà contenere, oltre ai motivi anche la durata dei contratti, il numero e la qualifica dei lavoratori interessati.

 

Ordinariamente, sono le agenzie di somministrazione che si attivano nel comunicare i dati all’azienda.

 

Il mancato o il non corretto assolvimento dell’obbligo entro il 31 gennaio determina l’applicazione della sanzione amministrativa pecuniaria pari a un importo da Euro 250 a Euro 1.250.

 

Ricordiamo che i somministrati e i distaccati devono essere registrati sul Libro Unico del Lavoro all’inizio e alla fine dell’impiego presso l’utilizzatore o il distaccatario, fermo restando la possibilità di procedere alla registrazione degli stessi anche in tutti i mesi di impiego.

 

Siamo a disposizione per ulteriori informazioni.


18.01.2021 L’indice di rivalutazione del TFR di dicembre 2020  

L’ISTAT ha comunicato che l’indice dei prezzi al consumo per il mese di dicembre 2020 è pari al 102,3 punti.

 

Il coefficiente di rivalutazione del TFR valido per le cessazioni dei rapporti di lavoro intervenute nel periodo dal 15/12/2020 al 14/01/2021 è pari al 1,500000.

 

Siamo a disposizione per ulteriori informazioni.


08.01.2021 Pubblicate le tabelle ACI per l’anno 2021  

Sono state pubblicate nella Gazzetta Ufficiale le tabelle dei costi chilometrici di esercizio di autovetture e motocicli elaborate dall'ACI valide per il 2021. Sono utili al calcolo dell'imponibile fiscale e previdenziale del fringe benefit (retribuzione in natura) per i veicoli aziendali concessi ad uso promiscuo ai dipendenti e ai collaboratori coordinati e continuativi.

 

Per veicoli concessi per uso esclusivamente personale, si applica la regola generale, ossia che l'imponibile fiscale è determinato con il criterio del valore normale, cioè al valore di mercato del noleggio di quel determinato tipo e modello di veicolo.

 

Se nella tabella Aci non è presente il veicolo aziendale utilizzato, l'ammontare del reddito in natura va calcolato prendendo come riferimento il modello con le caratteristiche più simili.

 

Tabella ACI

 

Siamo a disposizione per ulteriori informazioni.


08.01.2021 Congedo obbligatorio del padre lavoratore 2021  

Il congedo obbligatorio retribuito da fruire entro 5 mesi dalla nascita del figlio, a favore del padre lavoratore dipendente è prorogato anche per l’anno 2020, in relazione ai figli nati, adottati o affiliati dal 01/01/2021 al 31/12/2021, nella misura di dieci giorni.

 

E’ facoltà del lavoratore fruire di un ulteriore giorno di congedo, previo accordo con la madre e in sostituzione di una giornata di astensione obbligatoria spettante a quest’ultima.

 

Per usufruire del congedo (sia obbligatorio che facoltativo) il lavoratore deve comunicare in forma scritta al datore di lavoro i giorni prescelti, con almeno 15 giorni di preavviso.

 

Siamo a disposizione di ulteriori informazioni.